Il Giro d’Italia vi aspetta a Riccione!

giro d'ItaliaLa grande festa del ciclismo nazionale approderà a Riccione domenica 19 maggio. Quel giorno si disputerà infatti la nona tappa del Giro d’Italia 2019: la cronometro individuale Riccione-San Marino. La nostra città inseguiva da tempo il sogno di poter ospitare ancora una volta una tappa della corsa ciclistica rosa, e quest’anno ci è riuscita.

La tappa ha una lunghezza di 34,7 chilometri. I primi 22 si snodano lungo un territorio in parte pianeggiante e in parte ondulato, fino all’ingresso nella Repubblica di San Marino nella zona di Faetano. Si attraversano località ben note agli ospiti della Riviera che si sono addentrati a visitare le bellezze dell’entroterra: si attraversano i territori di Ospedaletto, Monte Tauro e Vecciano. In quei giorni di primavera avanzata le dolci e romantiche colline dell’entroterra presentano il loro volto più seducente. Saranno uno spettacolo anche per i ciclisti che le percorreranno.

Sarà la tappa del Sangiovese!

giro d'italia riccioneSono anche terre dove abbondano terreni coltivati a vigna, che producono le uve dei vini tipici romagnoli: il Sangiovese, il Trebbiano, il Pagadebit, l’Albana. Ogni anno una tappa del Giro è dedicata ad un vino e la Riccione-San Marino sarà ufficialmente la tappa del Sangiovese. In alto i calici!

Dopo l’ingresso nel territorio di San Marino, comincia la parte più impegnativa, la strada impenna fino a raggiungere pendenze in doppia cifra. I ciclisti passeranno dai castelli di Montegiardino e Fiorentino, fino a giungere sul punto più alto del Monte Titano, nel Castello di Città di San Marino. Nell’ultima fase l’altimetria metterà a dura prova le gambe dei corridori, secondo gli esperti di tratta di una salita per passisti scalatori.

Chi ama il Giro d’Italia già sta vivendo la febbrile attesa di quel giorno e pregustando l’emozione di veder sfrecciare davanti ai propri occhi i corridori. E’ immaginabile che lungo tutto il percorso, sul rettilineo di Riccione, nei dossi e sulle colline verso Vecciano, sulle  salite impervie del Titano, si formino capannelli di persone per attendere e salutare il passaggio del Giro. Un grande giornalista di questa terra, Sergio Zavoli, protagonista del Processo alla tappa sulla Rai degli anni Sessanta, ha descritto queste impagabili emozioni nel suo libro Romanza, dove racconta il passaggio dei corridori nella Rimini del primo dopoguerra. I tempi sono cambiati, ma le emozioni sono le stesse.

Bisognava essere stato in quell’osservatorio e avere lungamente guardato l’orizzonte co gli occhi socchiusi, come da una feritoia, per apprezzare in ogni suo aspetto reale e fantastico il transito dei corridori. (…)

Quando il plotone ci sfilava davanti lo guardavamo in silenzio, folgorati, quasi avessimo avuto in sorte di assistere all’arrivo di Costantino a Ponte Milvio, con le truppe precedute da un tripudio di insegne, drappi e bandiere.(…)

Quando la carovana era tutta passata e in fondo alla strada spariva anche l’ultimo sidecar con tre energumeni a bordo, occhialoni scuri, spolverino giallo e una bandiera rossa per avvertire che dietro non c’era più nulla, restavamo in silenzio, incapaci di andarcene. Possibile che non ci fosse più nulla da aspettare, da vedere, da gridare? Che tutto fosse finito in un lampo?

La tappa a cronometro Rimini-San Marino è un evento da non perdere non solo per chi è appassionato di ciclismo, ma per tutti coloro che amano Riccione e il suo magnifico entroterra. È il caso di segnare sull’agenda il week end che termina il 19 maggio: un’occasione di relax in riva al mare, per assaporare l’arrivo dell’estate, e per partecipare alla fantasmagorica festa rosa del Giro d’Italia.

Noi del Polo Younique Hotel di Riccione siamo pronti ad ospitarvi con tutte l’attenzione e le coccole che meritate.

Verifica la disponibilità !